Massetti: fenomeni di fessurazione e reti elettrosaldate

La scelta dei materiali e una buona posa in opera sono essenziali ai fini della durabilità nel tempo dei massetti. Vista l’importanza dell’argomento, abbiamo deciso di creare questa breve guida proprio dedicata ai massetti e ai relativi fenomeni di fessurazione, così da aiutarvi ad effettuare scelte consapevoli e lungimiranti nella loro fase di realizzazione.

Il ruolo dei massetti

Il massetto è uno strato cementizio di fondamentale importanza attraverso il quale è possibile:

  • creare un piano livellato, uniforme e alla quota desiderata che funzioni da base per il pavimento vero e proprio;
  • ripartire in maniera omogenea i carichi di esercizio superficiali;
  • separare gli elementi strutturali da quelli di finitura superficiale;
  • accogliere e proteggere le tubature dell’impianto idraulico e di riscaldamento, oltre ai cavi elettrici;
  • collaborare con la struttura in calcestruzzo armato del solaio;
  • contribuire all’isolamento acustico e termico, attraverso l’uso di specifici materiali.

Come intuibile, la corretta realizzazione del massetto è fondamentale per diverse ragioni:

  • consente una perfetta posa in opera delle pavimentazioni e garantisce il loro ancoraggio nel tempo;
  • protegge gli impianti;
  • consente una corretta installazione delle porte e il loro utilizzo;
  • consente l’appoggio ottimale degli arredi, grazie all’assenza di pendenze.

La fessurazione dei massetti: cause frequenti

I massetti possono subire fenomeni di fessurazione tali da inficiare il loro corretto funzionamento. Le cause di fessurazione di un massetto sono plurime e spesso legate ad errori commessi nella fase di posa in opera. Elenchiamo qui di seguito quelle più frequenti:

  • umidità in eccesso;
  • insufficiente rigidità e compattezza;
  • ritiro eccessivo del conglomerato cementizio;
  • creste e avvallamenti del sottofondo;
  • errata miscelazione dell’impasto;
  • stagionatura inadeguata;
  • presenza di tubature e impianti sovrapposti e non posizionati correttamente;
  • spessore inferiore a quello stabilito dalle norme in materia;
  • sollecitazioni continuate nel tempo prodotte, ad esempio, da traffico veicolare intenso.

Il ruolo della rete elettrosaldata per un massetto a prova di tempo

Per evitare la fessurazione del massetto è fondamentale l’utilizzo di specifiche reti metalliche elettrosaldate con una doppia funzione di armatura e rinforzo. Tali reti, infatti, sono in grado di:

  • conferire rigidità al massetto;
  • opporre resistenza nel tempo alle diverse sollecitazioni di esercizio;
  • tutelare l’integrità del massetto.

Cavatorta ha progettato e prodotto tre reti antifessurazione ad aderenza migliorata che garantiscono eccellenti performance nel tempo e tutelano lo stato di salute del massetto. Qui vi descriviamo in breve i vantaggi e le caratteristiche di questi tre prodotti.

Le reti metalliche per massetti firmate Cavatorta

Pavitec HP Nervato

Rete elettrosaldata in acciaio zincato a caldo ad elevata resistenza, con fili di 3,00 mm di diametro. La rete è commercializzata in pannelli, con maglie di forma quadrata. Tra i principali vantaggi offerti da questa rete troviamo:

  • Aderenza impeccabile
    Il filo è caratterizzato da nervature distribuite uniformemente sulla sua superficie, tali da ostacolare lo scorrimento tra acciaio e cemento.
  • Robustezza e solidità
    Contrasta in modo efficace i fenomeni fessurativi nel tempo e protegge efficacemente i livelli di compattezza e resistenza del massetto.

Contesti d’uso
Ideale nella posa in opera di pavimenti riscaldati e galleggianti.

Vai alla scheda completa di Pavitec HP Nervato

Pavitec Pro

Rete elettrosaldata ad aderenza migliorata, in fogli piani per pavimenti e facciate con funzione antifessurativa ed antiritiro. Tra i principali vantaggi offerti da questa rete troviamo:

  • Resistenza alla corrosione
    I fili della rete sono caratterizzati da un diametro di 2,00 mm e protetti da un rivestimento di zinco mediante processo di zincatura per immersione a caldo allo scopo di accrescerne la resistenza contro la corrosione.
  • Resistenza alle sollecitazioni
    Determina un incremento di resistenza meccanica del massetto e previene la formazione di fessurazioni superficiali e lesioni dovute all’intervento di carichi concentrati.

Contesti d’uso
Supporto ideale per sottofondi e intonaci, perfetto per la realizzazione di sottofondi planari e compatti su cui viene incollata la pavimentazione ultima. L’impiego di Pavitec Pro risulta anche utile nella realizzazione di intonaci il cui spessore di applicazione supera i 4 cm.

Vai alla scheda completa di Pavitec Pro

Pavitec Professional

Rete elettrosaldata in acciaio ad elevata resistenza e ad aderenza migliorata grazie a speciali nervature distribuite sulla superficie del filo. La zincatura a caldo garantisce un’ eccellente resistenza alla corrosione nel tempo. Il diametro dei fili (2,00 mm) offre grande solidità. Tra i principali vantaggi offerti da questa rete troviamo le:

  • Pieghe distanziatrici
    Cinque pieghe longitudinali che rendono superfluo l’uso di distanziatori. Di queste, due sono sui bordi, così da consentire la sovrapposizione tra pannelli contigui senza ricorrere alle tradizionali legature, mentre le altre tre sono distribuite simmetricamente sui pannelli permettendo di camminare sugli stessi senza il rischio di deformarli.

Contesti d’uso
Ideale quale armatura leggera, con funzione antifessurativa, di pavimentazioni, pavimenti piastrellati, galleggianti, riscaldati, marciapiedi, rampe d’accesso, parcheggi, piscine, terrazze, balconi e facciate.

Vai alla scheda completa di Pavitec Professional