Torna al blog

Il piano per l’agricoltura europeo dopo il 2020: prospettive e novità

La Politica Agricola Comune (PAC) è un piano di finanziamenti e incentivi a sostegno dello sviluppo agricolo degli Stati Membri, finalizzato a incrementare la produttività agricola, assicurare agli agricoltori introiti equi, garantire la sicurezza degli approvvigionamenti a beneficio dei consumatori.

Rispetto ad altri settori produttivi, infatti, l’agricoltura necessita di specifiche attenzioni da parte dell’UE dato che:

  • dipende dall’andamento del clima;
  • in media il reddito degli agricoltori è inferiore di circa il 40% rispetto ai redditi non provenienti dall’agricoltura, nonostante la centralità del settore;
  • la produzione alimentare richiede tempo per soddisfare la domanda dei consumatori.

Per sostenere un settore così importante, messo a dura prova da mercati incerti e fattori climatici e ambientali, la PAC agisce in diversi modi:

  • sostiene gli agricoltori con pagamenti diretti e premia chi opera nel rispetto dell’ambiente;
  • adotta misure di mercato per fronteggiare criticità quali il calo della domanda o il ribasso dei prezzi relativi alle materie prime;
  • finanzia progetti di sviluppo agricolo nei vari stati dell’UE per la riqualificazione di specifiche zone rurali.

PAC dopo il 2020: l’UE investe su sostegno mirato, tutela dell’ambiente e sviluppo delle aree rurali

Il 1° giugno 2018 la Commissione Europea ha portato all’attenzione di tutti gli Stati Membri una serie di proposte per la Politica Agricola Comune oltre il 2020. L’obiettivo è sempre quello di sostenere gli agricoltori, ma con maggiore efficienza rispetto al passato dato che nuovi elementi come ricambio generazionale, cambiamenti climatici e conflitti commerciali hanno radicalmente modificato la gestione del settore agricolo.

Sostegno mirato

Per il periodo 2021-2027 la Commissione ha proposto una riduzione del 5% sui finanziamenti destinati alla PAC tenendo conto dei minori contributi dovuti alla Brexit e quindi di una futura Unione Europea costituita da 27 stati. Malgrado questa contrazione, il sostegno agli agricoltori mantiene la sua centralità nella politica agricola comune. Nello specifico, i pagamenti diretti di base saranno sempre proporzionali alle dimensioni in ettari dell’azienda agricola, ma verrà data priorità alle aziende agricole di piccole e medie dimensioni e ai giovani agricoltori che vogliono avviare un’attività in proprio.

Tutela dell’ambiente

Gli agricoltori svolgono un ruolo cruciale nella salvaguardia dell’ambiente e della biodiversità e nel contrastare i cambiamenti climatici in corso. Per questo la Commissione ha imposto alcuni vincoli finalizzati alla tutela dei territori:

  • tutela dei suoli ricchi di carbonio per la protezione delle zone umide e delle torbiere;
  • uno strumento obbligatorio di gestione dei nutrienti per migliorare la qualità dell’acqua e ridurre i livelli di ammoniaca e di protossido di azoto;
  • rotazione delle colture al posto della diversificazione.

La Commissione prevede inoltre delle ricompense extra per gli agricoltori che si impegnano maggiormente per tutelare il clima e l’ambiente.

Sviluppo delle aree rurali

Per agevolare e rendere sempre più efficiente e produttivo il lavoro degli agricoltori la PAC propone di:

  • agevolare lo sviluppo di nuove attività agricole aiutando i giovani agricoltori con un lavoro di tutoraggio da parte di coltivatori anziani;
  • aiutare i paesi dell’UE ad investire maggiormente a livello nazionale nel settore agricolo introducendo norme più flessibili a livello fiscale;
  • stabilire requisiti più severi riguardo a qualità e sicurezza alimentare, ad esempio concedendo finanziamenti agli agricoltori che rispettano le norme sulla riduzione dell’uso di antibiotici e pesticidi.

FONTI

  • https://ec.europa.eu/info/food-farming-fisheries/key-policies/common-agricultural-policy/future-cap_it
  • https://www.consilium.europa.eu/it/policies/cap-future-2020/
  • http://euroinnovazione.eu/la-politica-agricola-comune-pac-avra-un-futuro-dopo-il-2020/

Articoli correlati

Cavatorta su BIMobject Cloud

Building Information Modeling (BIM) e BIMobject® stanno rivoluzionando l’architettura contemporanea e le modalità di progettazione di edifici e infrastrutture. Cavatorta ha deciso di aderire a questo progetto internazionale attivando un profilo aziendale con alcuni dei suoi prodotti più importanti su bimobject.com, la piattaforma di contenuti BIM leader mondiale.

Leggi l'articolo

Novità dalle fiere di settore 2019/2020

Ogni anno Cavatorta partecipa come espositore alle più importanti fiere internazionali dedicate alle novità del settore agricolo, zootecnico, edile. In questo articolo vogliamo raccontarvi i trend emersi nell’ambito di alcune delle rassegne fieristiche alle quali abbiamo preso parte negli ultimi mesi e i prodotti Cavatorta presentati in queste occasioni. Aquaculture New Orleans (USA) / Marzo […]

Leggi l'articolo
Torna al blog

Iscriviti alla newsletter Cavatorta