Site icon Cavatorta

Cancelli per recinzione: tipologie, materiali, contesti d’uso

Un cancello di qualità è l’elemento indispensabile per completare ogni sistema di recinzione. Sceglierlo accuratamente significa ottenere una recinzione integrata e coerente non soltanto dal punto di vista estetico, ma anche funzionale. In questo articolo vedremo le principali tipologie di cancelli in commercio e i relativi materiali, con un focus sulle esigenze relative a due dei più importanti contesti d’uso, vale a dire: residenziale e sportivo.

Cancelli: tipologie e materiali

Tra le tipologie più diffuse di cancelli troviamo:

Entrambi costituiscono un’opzione valida, naturalmente la scelta dell’uno o dell’altro dipende per lo più dal contesto d’uso e dallo spazio a disposizione, il cancello a battente infatti necessita di spazi maggiori rispetto a quello scorrevole.

Altra distinzione fondamentale è quella tra:

Per quanto riguarda i materiali, possiamo distinguere due principali categorie:

Naturalmente anche la scelta del materiale più opportuno deve essere dettata dal contesto d’uso. Nel caso di contesti residenziali nei quali il fattore estetico riveste un ruolo chiave ed è legato ad uno specifico stile outdoor, il legno (meglio se pretrattato) potrebbe essere la scelta più opportuna, a patto di effettuare periodici interventi di manutenzione. Lo stesso vale per il ferro battuto che consente la realizzazione di cancelli ad alto valore ornamentale ma, come il legno, richiede una manutenzione attenta, in particolare per evitare la comparsa della ruggine. Lì dove invece servono prima di tutto alti livelli di sicurezza, durevolezza nel tempo e resistenza si opta tipicamente per l’acciaio, in particolare quello galvanizzato che non teme gli agenti atmosferici e i rischi di corrosione.

L’installazione di un cancello (anche se automatico) non richiede alcuna segnalazione certificata di inizio attività. Tuttavia il PUC (Piano Urbanistico Comunale) può offrire specifiche indicazioni su forme, tipologie e colori dei cancelli che è possibile installare nella propria zona di residenza, in particolare nel caso di centri storici disciplinati da specifici vincoli. È dunque fondamentale informarsi sulle eventuali restrizioni locali prima di procedere con un acquisto. Altro elemento importante da un punto di vista giuridico-legale è che l’apertura del cancello stesso non deve sconfinare su suolo pubblico. Inoltre, in caso di cancello automatizzato è necessario installare una luce di segnalazione, così da avvertire passanti e autoveicoli dell’imminente transito di un mezzo.

I cancelli firmati Cavatorta

Il Catalogo Cavatorta offre differenti tipologie di cancelli. Qui li citiamo in relazione ai contesti d’uso per i quali sono stati progettati, evidenziando le loro specifiche qualità tecniche.

I cancelli per il settore residenziale

Nell’ambito residenziale proponiamo due differenti tipologie di prodotto, radicalmente diverse tra loro.

I cancelli per il settore sportivo

Le recinzioni sportive e i relativi cancelli devono rispettare specifiche normative di sicurezza (per approfondire questo argomento vi invitiamo alla lettura del nostro articolo Guida alla recinzione degli impianti sportivi: normative, caratteristiche tecniche, soluzioni). I cancelli pedonali e carrai Cavatorta rispettano le specifiche dettate dal D.M. 18 Marzo 1996 (e s.m.i.) e dalla norma UNI 10121-2:1992.

Più nello specifico si caratterizzano per:

Exit mobile version