Site icon Cavatorta

Peste suina africana, le recinzioni Cavatorta per il contenimento del contagio

La peste suina africana sta danneggiando pesantemente il settore suinicolo italiano con crescente preoccupazione degli allevatori: i capi contaminati aumentano e aumentano di pari passo gli abbattimenti del bestiame, anche in presenza di un solo capo colpito dalla malattia.

Enti e istituzioni richiedono particolare attenzione al diffondersi della PSA ed al suo contenimento per salvaguardare la filiera nazionale dei salumi che è una delle eccellenze del settore enogastronomico italiano.

“È bene che l’attenzione sia alta, ma è irrinunciabile agire subito, non è possibile attendere oltre: lo chiedono le oltre 200 imprese della trasformazione e della macellazione delle carni suine e i loro quasi 30.000 addetti che sentono fortemente minacciata la resilienza della filiera di cui fanno parte e a cui contribuiscono con la loro specifica capacità ed esperienza.”

Queste le parole di Pietro D’Angeli, Presidente di ASSICA – Associazione Industriali delle Carni e dei Salumi, riguardo le misure discusse dalle istituzioni per contrastare il diffondersi della PSA.

Al momento, l’unica soluzione realmente efficace per difendersi dalla diffusione incontrollata del contagio sono le recinzioni che proteggono gli allevamenti dal contatto con cinghiali potenzialmente infetti.

Ecco quindi la necessità di investire nella realizzazione e nel potenziamento di sistemi di recinzione finalizzati a proteggere gli allevamenti di suini anche alla luce del fatto che, al momento, non è stato messo a punto un vaccino.

D-FENCE: il sistema Cavatorta per il contenimento degli animali selvatici

Cavatorta ha messo a punto la Gamma D-FENCE, un sistema di recinzione antiscavo per la messa in sicurezza di aree frequentate da animali selvatici di qualunque taglia e per la protezione di allevamenti e di riserve faunistiche. Punti forti del sistema sono la sua adattabilità, la resistenza e l’affidabilità: a seconda del terreno e della tipologia di animali da cui è necessario difendersi, è possibile infatti configurare il tipo di protezione più efficiente.

Il sistema D-FENCE è composto da:

Bandi regionali e finanziamenti statali a sostegno dell’installazione di recinzioni di protezione

Vista la gravità della situazione sono tante le regioni che hanno lanciato bandi e finanziamenti rivolti agli imprenditori del settore per l’installazione di recinzioni anti-intrusione a protezione degli allevamenti. Per maggiori informazioni invitiamo a consultare i siti istituzionali della propria regione oppure la pagina della Camera dei Deputati dedicata alla peste suina.

Per quanto riguarda invece il sistema D-Fence, vi invitiamo a contattarci per ricevere una consulenza tecnica sulla soluzione che possa rispondere al meglio alle vostre specifiche esigenze e per un preventivo personalizzato.

Exit mobile version